Olio e.v.o. Monocultivar Carolea

Olio E.V.O. Monocultivar Carolea BIO ” Tenute Librandi”

Olio evo biologico dal gusto armonioso ed equilibrato. Amaro e piccante ben presenti con un finale dal retrogusto di mandorla. Profumo intenso, pulito, caratteristico, con sentori vegetali, netto il sentore di oliva appena franta.

Da abbinare con: Minestre di verdura, carpaccio di carne o pesce, pesce grigliato o al forno, verdure lesse, verdure alla griglia

 

Descrizione

Produttore: Tenute Librandi

Regione: Calabria

Olio E.V.O.  Monocultivar Carolea Bio

logo tenuta librandi

 

La produzione aziendale è orientata alla ricerca dell’eccellenza qualitativa; gli oli extravergini immessi sul mercato si rivolgono infatti ad un consumatore informato e critico, che può acquistarli presso negozi di delicatessen o gustarli in ristoranti di alto livello e locali di nicchia. Sin dal primo anno di confezionamento in bottiglia, gli extravergini selezionati e proposti alla clientela hanno riscosso un grande successo, incontrando l’apprezzamento degli esperti di settore ed ottenendo numerosi premi e riconoscimenti, in Italia e nel mondo.

L’azienda si estende per circa 205 ettari sulle colline ioniche presilane, dove coltiva ad uliveto 154 ettari con circa 27000 piante, sia secolari che di recente impianto.

Leggi e consulta  approfonditamente la  Presentazione della Tenuta Librandi


La cultivar Carolea in pillole

La Carolea è una cultivar di ulivo che probabilmente trova origine in Lucania e in Calabria. Ulivo tipico del meridione, la Carolea viene chiamata anche Calabrese per la sua forte identità con questa regione. La cultivar è tipica anche delle caratteristiche morfologiche del territorio calabrese e lucano, caratterizzato da forti pendenze e montagne. Può essere infatti coltivata fino agli 800 metri di quota su terreni sassosi.

La cultivar Carolea viene sfruttata non solo nella produzione di olio ma anche in quella di olive da tavola. Anche qui questi frutti sono abbastanza conosciuti, sia raccolti non pienamente maturi, verdi, che pienamente maturi, neri. Sono le classiche olive meridionali di buona grandezza, con un gusto classico leggermente amaro.

Informazioni aggiuntive

Peso N/A
formato

10 cl, 50 cl

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Olio E.V.O. Monocultivar Carolea BIO ” Tenute Librandi””

Chi sono

L’ Azienda Agricola Librandi nasce negli anni sessanta ad opera di Pasquale Librandi, seguendo la centenaria tradizione di una famiglia di olivicoltori.
Tenute Librandi Pasquale è la nuova denominazione dell’azienda, in onore al suo fondatore.
L’azienda si avvale della professionalità e competenza dei cinque giovani figli di Pasquale (Pino, Carmela, Lucia, Angela e Michele) ai quali il
capofamiglia, scomparso nel 2012, ha trasmesso la sua profonda passione per l’olivicoltura, nonché la grande esperienza maturata.
E’ dunque secondo tradizione e innovazione che l’azienda opera, con una forte attenzione per la salvaguardia del territorio, la conservazione
dell’ambiente e la sicurezza alimentare.
I criteri adottati per la conduzione aziendale sono quelli dell’agricoltura biologica, che l’azienda pratica con successo sull’intera superficie dal 1997,certificata da Bioagricert e affiancata da importanti collaborazioni con centri di ricerca scientifica.

La produzione dal territorio

Le piante secolari sono costituite prevalentemente dalla cultivar Dolce di Rossano, mentre di più recente impianto sono tra le altre la Carolea, il Frantoio e la Nocellara del Belice. E’ proprio sulle coltivazioni più recenti e specializzate che si concentra l’attenzione per l’ottenimento di oli extravergini di altissima qualità, pluripremiati sin dal primo anno di confezionamento.
La raccolta avviene, a seconda delle cultivar, a mano, con pettini vibranti oppure mediante scuotitori.

La lavorazione delle olive

Le olive vengono trasformate entro poche ore dalla raccolta nel proprio frantoio aziendale, un impianto continuo Hi-Tech di ultima generazione, che permette di controllare e di tracciare con precisione tutte le variabili di processo. Due differenti metodi di frangitura, a dischi e a martelli, permettono di ottenere oli extravergini differenziati, nel rispetto delle caratteristiche delle olive di volta in volta trasformate. La fase di gramolazione vede la presenza di particolari gramole ermetiche di sezione
circolare, chiave di successo per evitare ossidazione ma al contempo favorire la formazione delle sostanze responsabili dei flavor che
caratterizzano gli extravergini di punta. Il risultato è comprovato da oli più profumati e più stabili. L’estrazione avviene con un decanter multifase a ridotto consumo di acqua, per preservare il prezioso carico di polifenoli totali delle cultivar.
Infine un sofisticato sistema di automazione touch-screen controlla che le temperature dell’intero processo rimangano al di
sotto dei 27°C (estrazione a freddo).